I fratelli ti cambiano la vita

Le differenze individuali sono effetto sia di forze plasmatrici come l’ereditarietà, le prime relazioni in famiglia, i modelli educativi, i valori culturali, ecc, ma anche di variabili situazionali come la stagione di nascita, l’ordine di nascita, il nome che ci viene dato dai nostri genitori, ecc.  

In particolare i fratelli sono i primi con cui costruiamo un rapporto che sarà poi il modello delle nostre relazioni future.  

Molti studiosi hanno osservato e misurato alcune caratteristiche di personalità confrontandole con l’ordine di nascita ed i risultati ottenuti possono essere sorprendenti perché, effettivamente, nascere per primi o per ultimi cambia davvero la vita, facendo sviluppare alcune caratteristiche maggiormente rispetto ad altre. Nascere per primi o per ultimi vuol dire fare i conti con una differente distribuzione delle risorse economiche della famiglia, atteggiamenti educativi differenti, dinamiche relazionali tra fratelli ed una serie di infinite differenze che vanno a plasmare una personalità piuttosto che un’altra.

Dai risultati ottenuti si può affermare quanto segue.

I PRIMOGENITI tendono ad avere una spinta al successo maggiore, un maggiore interesse verso il potere, aderiscono maggiormente ai valori dettati dal senso comune, hanno un maggiore rispetto per le regole ma riescono ad adattarsi difficilmente alle situazioni nuove o poco convenzionali. I primogeniti tendono ad essere più disciplinati e ad interiorizzare le regole che vengono insegnate dai genitori.

I figli INTERMEDI e i SECONDOGENITI tendono ad essere più cordiali, amichevoli, cooperativi, estroversi (soprattutto per le donne) e dinamici. Il figlio intermedio soprattutto è tendenzialmente portato  a mediare tra il fratello più grande e quello più piccolo, questo gli consentirà di potenziare risorse relazionali utili nella società. Il figlio secondogenito darà maggiore importanza ai valori quali la lealtà, l’amicizia, l’onestà.

I FIGLI UNICI  andranno alla ricerca dell’affermazione personale, saranno tendenzialmente più ambiziosi, andranno alla ricerca della sfida, della novità, agiranno con coraggio con lo scopo di ottenere ottimi risultati nella vita.

Gli ULTIMOGENITI invece sono quelli maggiormente aperti al cambiamento, tendono a ricercare l’indipendenza, la libertà, sanno essere creativi, coraggiosi, ricercano la novità, non hanno paura della sfida, amano le forti emozioni. Le donne, tra gli ultimogeniti, tendono ad essere anche molto precise, accurate, perseveranti e tenaci.  

Le descrizioni sopra indicate vogliono essere dei ritratti frutto di diversi studi effettuati nell’ambito della psicologia della personalità. Ogni personalità nasce, si sviluppa e si modifica in base alle variabili infinite che ci circondano, anche il più piccolo battito d’ali di una farfalla può influenzare in modo imprevedibile il mondo che ci circonda.

Dott.ssa Alessandra Mirandola

Psicologa-Psicoterapeuta