Lo spicologo: questo sconosciuto!

 

Sulla figura professionale dello psicologo la confusione non manca: alcuni credono che lo psicologo sia una sorta di entità capace di capire e carpire con un solo sguardo i più reconditi segreti, altri credono che solo i “pazzi da legare” possano andare dallo psicologo, quindi in sostanza i pazienti di   uno  studio di  psicologia    dovrebbero    essere     persone   in  preda  a

deliri  ed allucinazioni, non più in contatto con la realtà e che necessitano di aiuto anche per le scelte più semplici.

Quando mi capita di conoscere nuove persone e nel discorso compare la mia professione di psicologa-psicoterapeuta sono principalmente due le reazioni che emergono: o chi è di fronte si chiude smettendo quasi di parlare oppure chi è di fronte si incuriosisce a tal punto da iniziare una raffica di domande sulla mia professione per poi entrare in intimità facendomi confidenze molto personali. Questi comportamenti mi fanno capire che intorno alla figura professionale dello psicologo ci sia molta curiosità e nello stesso tempo tanta confusione.

Questo articolo ha lo scopo di fare luce su una figura professionale controversa che suscita sentimenti contrastanti, ma sempre profondi.

L’iter da seguire per diventare psicologo è:

  1. Conseguire la laurea quinquennale nella Facoltà di Psicologia;

  2. Compiere un tirocinio formativo della durata di un anno, effettuato con la supervisione di un tutor-professionista iscritto all'Ordine;

  3. Superare l'Esame di Stato;

  4. Iscriversi all’Ordine degli Psicologi nella sezione A dell’albo.

Lo psicologo è tenuto a rispettare un codice deontologico e ad aggiornare in modo continuativo la propria formazione.

Le finalità sottese a tale professione sono di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione, oltre alle attività di ricerca didattica in ambito psicologico, gli interventi spaziano dalla prevenzione del disagio alla promozione della salute sul singolo, sulla coppia, sui gruppi o sulla comunità.

E’ utile incontrare una figura professionale di questo tipo quando si avverte una situazione di disagio che interferisce con lo svolgimento delle proprie attività di vita (personali, relazionali, scolastiche, lavorative, sociali, ecc.); insieme al professionista si deciderà un percorso con degli obiettivi concordati da realizzare nel corso delle sedute.

Essere psicologo non vuol dire anche essere psicoterapeuta. Lo psicoterapeuta è un medico o uno psicologo che ha conseguito il diploma presso una scuola di specializzazione universitaria oppure presso una scuola di specializzazione privata riconosciuta dal Ministero competente la cui durata è di almeno quattro anni.

Gli psicologi-psicoterapeuti possono svolgere attività di psicoterapia individuale, di coppia, familiare e di gruppo, non prescrivono farmaci, ma utilizzano come strumenti la relazione, l’ascolto, la parola e le varie tecniche di intervento specifiche che si differenziano in base ai diversi approcci in psicoterapia.

Si possono rivolgere allo psicoterapeuta le persone che soffrono di qualunque forma di disturbo psicologico, da quelli d’ansia, dell’umore, dell’alimentazione, a quelli sessuali e di stress, ecc.

Lo Psicoterapeuta può collaborare con lo psichiatra per gli aspetti psicologici, conducendo psicoterapie nel supporto e nel trattamento di disturbi psichiatrici.

La psicoterapia è un valido aiuto per l’elaborazione di eventuali traumi.

Il percorso psicoterapeutico, se condotto e affrontato seriamente e con la giusta motivazione, riveste un’importanza fondamentale nella ristrutturazione di se stessi: il rapporto terapeuta-paziente, il luogo e le modalità di svolgimento del trattamento sono elementi fondamentali che possono determinare la buona riuscita di un terapia che richiede al paziente un investimento di tempo, serietà, costanza e impegno adeguati al raggiungimento degli obiettivi e alla delicatezza del compito.

Detto questo si può certo condividere l’affermazione che “chi varca la soglia di uno studio di psicoterapia non è matto, ma ha deciso di fare qualcosa per sé”.

 

Dott.ssa Alessandra Mirandola

Psicologa-Psicoterapeuta